lunedì 11 dicembre 2017

BENEDETTA AMICA MIA




BENEDETTA AMICA MIA
9-13 anni (pag168)
euro 11.90
illustrazioni di Mirella Mariani
Editore Il Pozzo di Giacobbe



L'età delle scuole medie è particolare: si è troppo grandi per fare le cose da piccoli e troppo piccoli per fare le cose da grandi. Massimo  si sente stretto, triste e annoiato.
Si è appena trasferito con i genitori a casa dei nonni a Dovadola, "un posto in mezzo al nulla dove non succede mai niente".
Il cuore gli batte solo per il pallone, e non vede l'ora che arrivi il Natale per ricevere il cellulare che desidera. Forse dovrebbe fare come il suo amio Kevin, che cerca la felicità nel frigorifero, nel divano e nei giochi elettronici... Un giorno di agosto Massimo usa il computer per giocare e iscriversi all'evento mondiale: My world champions meeting.  Che cosa vuol dire essere un campione? Il suo preferito è Billo Bang, il calciatore bomber pluripremiato e ultrapagato.
Ma Aurora, una sua coetanea, gli svela un mistero eccezionale: per lei la campionessa è Benedetta Bianchi Porro, una ragazza nata  pochi decenni fa nella stessa Dovadola, che è salita al Cielo ma vive ancora attraverso l'esempio di un cammino di sofferenza ma comunque di grande speranza e amore per il prossimo. Benedetta è stata dichiarata Venerabile: è cominciato il suo cammino verso la santità.
Massimo e Aurora sono al centro di un'avventura sorprendente, dolce e divertente. Le loro giornate si impreziosiscono di piccole grandi esperienze.
 In un mondo dove sembrano prevalere messaggi di disprezzo per le prove della vita e di paura per il futuro, emerge l'ottimismo e il cuore comincia a palpitare veramente. Il segreto è svelato: essere amici di Benedetta vuol dire essere felici. 




"Benedetta amica mia" è la storia di più incontri:
la benedizione che è l'amicizia di Massimo e Aurora, la conoscenza con Marcellina e Festos che pur venendo da molto lontano conoscono bene Benedetta, e l'amicizia proposta al protagonista, e attraverso di lui a tutti i lettori, con Benedetta Bianchi Porro. Un personaggio realmente vissuto e vivente, in odore di Santità e straordinariamente semplice, che continua a parlare attraverso i suoi segni e ad essere un attualissimo punto di riferimento, una presenza che grida e trasmette fede e amore per la vita in ogni circostanza.